Annunci

Sarri: “Loro hanno fatto molta densità”

il tuo dibattito su Juve e calcio

Sarri: “Loro hanno fatto molta densità”

23 Ottobre 2019 Sarri dixit 0

La conferenza stampa di Maurizio Sarri post Juventus-Lokomotiv Mosca 2-1, 22.10.2019

Foto: @juventustv su Twitter

Sarri: “Sembrava una di quelle classiche partite che è sempre sotto controllo, che la stai dominando e che non riesci a mettere a posto. Per fortuna in campo i giocatori la pazienza l’hanno avuta perché non era facile con loro prevedibilmente in quella densità difensiva che ogni tanto fanno, e penso che andare sotto contro queste squadre sia la peggior cosa che ti possa capitare. Perché poi la densità aumenta addirittura quindi non era facile venirne a capo. Siamo rimasti con la giusta pazienza, abbiamo continuato a giocare e alla fine l’abbiamo messa a posto come logica conseguenza della differenza di qualità di calcio espressa dalle due squadre. Mi hanno detto che abbiamo battuto il record di possesso palla e di supremazia territoriale in una partita da quando esiste la Champions, quindi è chiaro che la partita era completamente in mano nostra. Poi però venirne a capo non era neanche semplice in quella condizione, ne potevi venire a capo soprattutto con qualche tiro dal limite o con qualche tiro da fuori, era la situazione è più probabile”.

“Bentancur ha questa buona capacità di muovere la palla. In questa fase lo sta facendo forse è meglio da interno e da trequartista che non da vertice basso, anche se poi ha una qualità tipica di un vertice basso. È un giocatore forte, un giocatore di grande qualità tecnica, di buone qualità fisiche, giocatore ancora in evoluzione perché un ragazzo ancora molto giovane. Penso che possa diventare un buon vertice basso, ma da qui ai 25-26 anni può diventare un ottimo centrocampista anche interno, anche offensivo. In certe partite è vero che quando trovi questa densità hai bisogno di giocatori che attacchino l’area di rigore, ma è altrettanto vero che hai bisogno anche di muovere la palla a grande velocità e lui questa qualità ce l’ha”.

Annunci

“Non so se la gara di ritorno a Mosca sarà sulla stessa lunghezza d’onda: i punti di differenza sono maggiori adesso e quindi anche loro avranno bisogno di un atteggiamento diverso. Se poi hanno lo stesso tipo di atteggiamento vuol dire che il loro obiettivo è l’Europa League, ma non penso visto che sono in corsa per ottenere la qualificazione. Penso che in quella partita lì se la vorranno giocare, quindi potrebbe venire fuori anche una partita diversa. Però sono situazioni difficili, i ragazzi sono stati bravi a giocare con la giusta serenità. Era anche logico a un certo punto pensare di allargarli di più però era difficile per noi trovare una soluzione con attaccanti esterni molto larghi vista la situazione attuale. Quindi ho preferito mettere in campo contemporaneamente Dybala, Higuain e Ronaldo e provare un’altra soluzione”.

“La Lokomotiv in campionato gioca molto spesso 442, in Europa fino a questo momento aveva privilegiato un 4-1-4-1. Noi da ieri eravamo sicuri che avrebbe giocato a 5 quindi ce lo aspettavamo: hanno fatto una buona partita difensiva, Joao Mario è sicuramente in questo momento in un buon momento, l’ho visto in buone condizioni, mi è piaciuto il trequartista che ha giocato dietro Eder con il numero 59, un sinistro di buona qualità, discreta gamba. Però è una squadra difficile da affrontare quando assume questo tipo di atteggiamento, non è semplice come abbiano fatto a Leverkusen di riuscire addirittura a portare il risultato”.

Annunci

“Oggi abbiamo fatto 28 tiri, se avessimo fatto il 25% dei gol sarebbe stata tanta roba… si sarebbe fatto un sette e mezzo a uno. Il 25% su tiri in porta effettuati è una percentuale che non esiste, è una capacità realizzativa impossibile. Stiamo segnando meno rispetto a quanto stiamo giocando e a quanto stiamo creando, però è anche vero che i nostri attaccanti erano tre partite che cominciavano a segnare con una certa regolarità: magari una domenica fa doppietta Ronaldo e poi segna un gol decisivo Higuain e poi fa la doppietta Dybala. Questo ci lascia abbastanza sereni. Chiaramente se continuiamo a produrre occasioni in questo numero”.

“Penso che ce la possiamo giocare alla pari pur avendo un handicap con il calcio inglese in questo momento. È un handicap più che altro economico perché la loro forza globale è in questo momento è una forza di introiti che sfiorano le 4 volte quello della Serie A. Ne beneficiano un po’ tutti i club. Un po’ riusciamo a ridurlo perché dal punto di vista della professionalità e delle professionalità secondo me noi siamo un passo avanti rispetto a loro, però ridurlo fino ad azzerarlo in questo momento non è sicuramente semplice. Non so se riusciremo collettivamente come movimento calcistico ad essere competitivi in Europa, però mi sembra che anche da noi tira un’aria nuova perché nel calcio italiano una partita di serie A fino a pochi anni fa sul 3 a 0 era finita, oggi vedi squadre che continuano con una mentalità da calcio inglese a giocare sul 3 a 0, ribaltare i risultati, rimettono in discussione partite che sembravano segnate. Questo secondo me è un bel segnale che sta venendo fuori e spero che si protragga per tutta la stagione questo tipo di atteggiamento mentale da parte delle nostre squadre”.

Annunci

“Non so quando rientrerà Douglas Costa perché in questo momento è ancora sotto controllo dello staff medico. So che gli ultimi controlli erano buoni, confortanti. Dovrebbe finire il percorso di riatletizzazione con lo staff medico nei prossimi giorni perché la guarigione clinica sembra in fase di arrivo. Poi bisogna vedere quando arriverà la guarigione agonistica, perché chiaramente un giocatore può stare bene dal punto di vista clinico ma non essere pronto per giocare una partita. Vediamo le condizioni quando comincerà ad allenarsi con il resto della squadra e potremmo valutare il suo grado di guarigione anche agonistica. Lui solitamente è uno abbastanza veloce a tornare in buone condizioni fisiche, però in questo momento dire fra una settimana o dieci giorni non sarei veritiero fino in fondo, perché in questo momento sinceramente non lo so neanche io. Spero che nei prossimi 2-3 giorni mi sia rimesso a disposizione”.

Annunci