Annunci

Sarri: “Dobbiamo palleggiare di più in verticale”

il tuo dibattito su Juve e calcio

Sarri: “Dobbiamo palleggiare di più in verticale”

19 Dicembre 2019 Sarri dixit 0

La conferenza stampa di Maurizio Sarri post Sampdoria-Juventus 1-2, 18.12.2019

Foto: @juventustv su Twitter

Sarri: “Ancora non so come sta Alex Sandro. Quando è uscito mi ha detto ‘penso che non sia niente, penso che sia solo un affaticamento’. Però poi domattina valuteremo meglio. Di primo impatto non sembra un infortunio serio”.

“Mi dispiace essere terzo tra gli allenatori che hanno ottenuto per primi 100 vittorie, volevo essere primo… Queste statistiche sugli allenatori vanno di pari passo con la qualità dei giocatori che hanno a disposizione. Io ho avuto la fortuna a Napoli di avere una percentuale di vittorie altissima, alla Juventus la percentuale negli ultimi anni è sempre stata altissima, quindi chiaramente la mia percentuale di vittorie si innalza notevolmente. Ma se fossi rimasto a Empoli probabilmente per arrivare a 100 vittorie ci avrei messo qualche stagione in più. Fa piacere sempre, con la consapevolezza che dipende dalla qualità dei giocatori”.

Annunci

“Non so perché era nervoso Higuain, non mi interessa neanche. Il giocatore quando esce ha sempre qualcosa da borbottare, ma è bene passargli a 5 metri, è una reazione normale. Higuain sta giocando molto in questo momento, nel secondo tempo l’ho visto un po’ stanco e l’ho tolto. Chi si arrabbia si arrabbia, perché poi verranno dei momenti in cui qualcuno verrà tolto dal primo minuto perché probabilmente le condizioni fisiche dei tre attaccanti non saranno quelle attuali e quindi ci sarà bisogno di fare altre scelte, ma rimane tutto nella normalità”.

“Demiral ha fatto bene anche stasera, un paio di errori in più dal punto di vista tecnico, normali perché le condizioni del terreno di gioco erano disastrose. Quindi gli errori tecnici sono molto più elevati ma sono stati molto più elevati da parte anche degli altri nostri giocatori e da parte di tutte e due le squadre. Dispiace che qui spesso le condizioni del terreno siano così e non solo qui purtroppo. Vengo dall’esperienza in Inghilterra con notevole differenza, abissale: In Inghilterra il premio più ambito dalle società è il premio del miglior giardiniere, vai giocare in qualsiasi stadio, a parte che gli stadi sono bellissimi, ma lì se lo stadio costa 300-400 milioni si può capire che in questo momento in Italia non abbiamo la possibilità economica di rifare 20 stati di grande livello, però i terreni sarebbe il minimo. Sarebbe come mandare a operare un chirurgo con un bisturi arrugginito. Poi ci si lamenta perché la Serie A viene venduta un miliardo e la Premier League a 4. Cominciamo da quello che si può fare, ma io lo dico per amore del calcio italiano. Noi stasera abbiamo vinto quindi la percentuale di passaggi riusciti non mi interessa, i tre punti si sono presi. Siccome ogni volta che affronto questo argomento vengo tacciato per quello che si lamenta, io lo dico per il bene del calcio italiano. Io tra 2-3 anni smetto, mi sta bene anche il terreno così, ma siccome sono innamorato del calcio mi piacerebbe che perlomeno quello che si può fare si facesse, e questa è una delle cose che si potrebbero fare, anzi su cui la Lega dovrebbe pretendere”.

Annunci

“Speriamo che Szczesny recuperi per la Supercoppa. Ha una piccola elongazione pettorale, un muscolo che potrebbe guarire molto molto velocemente, è fermo da 4 giorni. Speriamo di recuperarlo. L’allenamento di domani in questo senso spero sia decisivo”.

“Al gol di Ronaldo ho pensato la stessa cosa che ho pensato al gol di Dybala: cazzo! Cavolo? No, cavolo però non rende l’idea. Perché hanno fatto due gol straordinari: uno ha fatto un gol al volo di sinistro in una situazione in cui 99,99 giocatori su 100 stoppano la palla e poi cercano di tirare al secondo tocco. e l’altro io non ho rivisto le immagini televisive ma dalla panchina ho avuto la sensazione che tra il momento in cui è staccato da terra e quello in cui ha colpito la palla sia rimasto in aria un tempo incredibilmente lungo. Quindi un gesto fisico e tecnico bellissimo tra l’altro. Quindi due gol straordinari fatti da due giocatori straordinari e questo ti fa capire perché la mia percentuale di vittoria aumenta”.

Annunci

“Si sta cominciando a fare con più facilità il palleggio. Per i miei gusti lo facciamo ancora un po’ troppo in orizzontale e un po’ troppo poco in verticale. Qualche attacco della profondità in più si potrebbe portare. Già abbiamo fatto due gol domenica scorsa attaccando la profondità. La strada mi sembra quella giusta, ci serve di avere la padronanza assoluta della partita per 90 minuti perché anche contro l’Udinese la parte finale della partita è diventata più aperta e la cosa è successa anche oggi”.

“A livello di tridente la situazione è simile a quella di domenica: molto bene fino a quando abbiamo difeso altissimi sulle palle perse, sulle palle vaganti, meno bene nemmeno nel momento in cui ci allunghiamo, anche perché poi nel momento in cui siamo lunghi se la palla arriva a loro sono tre giocatori che strappano subito verso la porta, quando si perde palla siamo lontani perché facevamo fatica a seguire, ci diventa difficile andare sulle palle perse, ci diventa difficile avere continuità e non dare spazio agli avversari. Quindi fino al momento in cui sia domenica scorsa sia oggi siamo riusciti nella fase difensiva a portarli nella metà campo avversaria, molto molto bene. Dopo chiaramente un po’ meno”.

Annunci

“de Ligt viene da quel piccolo infortunio che ha subìto la settimana fa, 10 giorni fa. È un giocatore che si sta riprendendo, però chiaramente è un giocatore che ha fatto tantissime partite consecutive. L’ho visto un attimino in stanchezza mentre Demiral è un giocatore che ha giocato pochissimo, l’ho visto in grande livello di energie e quindi ho preferito tenere dentro Demiral”.

“L’aspetto positivo di Adrien Rabiot è che ha fatto 3 partite consecutive e l’evoluzione è stata sempre positiva, quindi sta facendo meglio di partita in partita e all’interno delle partite fa sempre meglio, nel finale di partita viene fuori sempre abbastanza bene. È un giocatore che sta crescendo a livello di condizioni fisiche e sta crescendo a livello di condizione mentale, di integrazione nel gruppo, nella mentalità del nostro modo di giocare italiano. È un giocatore che secondo me deve crescere ancora e probabilmente nella seconda parte del campionato sarà una delle grandi sorprese”.

Annunci