Annunci

Sarri: “I ragazzi si divertono in campo”

il tuo dibattito su Juve e calcio

Sarri: “I ragazzi si divertono in campo”

16 Gennaio 2020 Sarri dixit 0

La conferenza stampa di Maurizio Sarri post Juventus-Udinese 4-0, 15.01.2020

Foto: @juventustv su Twitter

Sarri: “La richiesta di andare a combinazioni veloci al limite dell’area loro c’era, poi vederlo fare a quei livelli è chiaro che ci vuole una qualità enorme. Sono quei gol che da soli valgono il prezzo del biglietto, che ti riconciliano con il calcio. Penso non sia stato male neanche il terzo gol di Paulo. Hanno fatto bene, hanno fatto una buona partita. Poteva essere difficile arrivare pronti dopo la partita di Roma, invece l’interpretazione è stata fatta nella maniera giusta, con un buon approccio alla partita, un buon livello di determinazione, un buon livello di applicazione. Una squadra ordinata che ha palleggiato con grande qualità, ha fatto 4 gol, ha preso due pali, un gol annullato, ha fatto una partita di buon livello”.

“Con Douglas Costa la soluzione più consona per le sue caratteristiche è il tridente, un po’ perché lui ha la fissa di giocare vicino alla linea laterale, è più forte di lui, perché poi per caratteristiche ha questa facilità a saltare l’uomo al primo controllo e potrebbe essere fortissimo anche in zona centrale di campo. Questo lo condiziona un po’ mentalmente, quindi buttando dentro Douglas dal primo minuto abbiamo deciso di andare al 4-3-3 e quindi quello che mi ha meravigliato è stato Paulo, perché ha fatto l’attaccante esterno. L’ha fatto con le sue caratteristiche ma l’ha fatto in maniera estremamente ordinata, al di là della qualità tecnica che ha espresso, l’ha fatto in maniera ordinata anche dal punto di vista tattico. E poi c’è stato il tentativo di Bernardeschi da interno: ci ha lavorato un paio di settimane e basta, però mi sembra che possa diventare il suo ruolo, perché è un ragazzo che ha le qualità anche fisiche per poterlo interpretare nella maniera giusta, grande dinamismo, grande resistenza. L’ha fatto bene per lungo tratto, magari ha finito un po’ affaticato negli ultimi 15 minuti, ma questo è dovuto anche al fatto che quel ruolo è dispendioso e lui l’ha interpretato per intero per la prima volta”.

“Sono professionisti ma non bisogna mai scordarsi che la loro professionalità è un gioco. Chiunque di loro ha cominciato a fare questo gioco l’ha cominciato a fare per divertirsi. Alla base c’è quello, se rimane un divertimento come quando erano bambini probabilmente riescono ad esprimere tutto. Se diventa solo ed esclusivamente una professione esprimeranno sempre il 95% delle loro potenzialità. Io penso che un gol come il primo due giocatori che non si divertono in campo non lo farebbero mai. Lo vedo come un valore aggiunto. Chiaramente quando si parla di divertimento non è che si parla perché questo comporta di allenarsi meno, meno applicazione durante la partita, meno determinazione: deve essere solo un piccolo valore aggiunto”.

“dybala È un fuoriclasse come tutti i fuoriclasse quando incominciano ad avere l’età giusta e vanno in fiducia si esprimono da fuoriclasse non penso che un allenatore possa dare qualcosa in più a un fuoriclasse dybala penso che sia uno dei giocatori che segneranno il calcio europeo e mondiale nei prossimi anni visto anche che comincia adesso ad avere l’età giusta per incidere in maniera importante e ad avanti ancora diversi anni di carriera penso solo che in questo momento sia andato in grande fiducia dopo un periodo in cui ha avuto delle difficoltà”.

“Douglas Costa secondo me in questo momento non ha i 90 minuti. È un giocatore straordinario, stasera ha fatto una buona partita giocando in surplace perché le accelerazioni di Douglas sono superiori a quelle che abbiamo visto stasera. Quindi è un giocatore ancora che sta crescendo dal punto di vista della condizione fisica, ha margini e può incidere in maniera ancora più importante nelle partite”.

“Prima mi piacerebbe aiutare Cristiano a vincere il sesto Pallone d’oro, perché che ci sia in giro un giocatore che ne ha vinto uno in più di lui a me fa girare un po’… Penso anche a lui e penso sia un obiettivo mio e di tutta la squadra aiutarlo ad andare a centrare un obiettivo che ritengo giusto per lui. Che poi Dybala possa diventare un pretendente nei prossimi anni per gli stessi obiettivi, penso di sì per tutto quello che ho detto prima”.

Annunci