Pirlo post Juventus-Sassuolo 3-1: “Dovevamo gestire meglio la superiorità numerica”

La conferenza stampa di Andrea Pirlo post Juventus-Sassuolo 3-1, domenica 10 gennaio 2021

Pirlo: “Questa vittoria è soprattutto un segnale per noi, dovevamo dare continuità alla vittoria di mercoledì a San Siro perché era importante continuare questa cavalcata. Abbiamo sofferto un po’ dopo l’1-0 per mancanza di concentrazione, pensavamo che fosse già finita la partita. Invece quando cominci ad essere pigro vai incontro a queste sorprese. Poi abbiamo dovuto faticare per rimettere a posto la partita”.

“Mi sono arrabbiato e l’ho detto ai ragazzi ma lo rifarò domani, perché non può succedere. Ormai le partite sono troppo importanti, i momenti delle partite vanno gestiti in modo diverso, soprattutto quando riesci a sbloccare una partita così difficile devi avere una gestione da squadra più matura, invece abbiamo questi cali di concentrazione che ci portano a subire dei gol”.

“Preoccupano le assenze sia COVID e soprattutto gli infortuni, questi sono dovuti a scontri di gioco. Adesso valuteremo le condizioni sia di Dybala che di McKennie. Dybala ha avuto un problema al collaterale del ginocchio mentre McKennie aveva già sentito ieri qualcosa e oggi ha avuto un riacutizzarsi. Valuteremo domani e nei prossimi giorni”.

“C’è da preoccuparsi per gli infortuni perché rimaniamo in pochi con tante partite ravvicinate, è difficile per noi e per tutti. Le vittorie si costruiscono con il lavoro, col sacrificio di tutti. Abbiamo sbagliato già troppe volte dopo, la partita contro il Torino, soprattutto dopo il secondo tempo, abbiamo capito che per raggiungere i risultati ci vuole la concentrazione massima, la voglia e la determinazione di portare a casa le vittorie. Senza questa, i risultati non arrivano”.

“Mercoledì Giorgio Chiellini giocherà, sta molto meglio, si sta allenando con continuità dopo la sosta. Mercoledì avrà spazio per poter mettere minuti nelle gambe”.

“Abbiamo gestito male la superiorità numerica, abbiamo avuto le nostre occasioni già nel primo tempo perché potevamo sbloccarla molto prima sia in 11 che poi subito dopo sul finale del primo tempo. Eravamo stati bravi ad andare in vantaggio e quando sei in vantaggio con un uomo in più devi riuscire a gestirla meglio, cercando di non forzare le giocate, facendoli correre da una parte all’altra per cercare di trovare il varco giusto e andare a botta sicura. Non è stato così, ci siamo rilassati e quando ti rilassi succede di tutto”.

“È il campionato più complicato ma per tante cose: ci sono tante partite ravvicinate, non c’è stata preparazione, abbiamo ricominciato subito dopo che si è finito il campionato passato. Per tutti è molto difficile. In più c’è ancora questa pandemia che porta via giocatori all’improvviso, da un giorno all’altro devi stare attento perché può succedere qualsiasi cosa. Non è così solo in Italia, è così anche negli altri campionati, quindi ci siamo adattati e dovremo continuare a farlo”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.