Twitter ai tempi della cessione di Moise Kean

Spesso il tifoso juventino si accontenta di poco: gli basta lo scudetto e non si lamenta di nulla. Attenzione, non dico che lo scudetto sia poco perché non lo è affatto, né la prima né la nona volta consecutiva; ma quando hai Cristiano Ronaldo, hai investito tantissimo per Matthijs de Ligt, hai speso un sacco anche per giocatori meno forti e meno importanti o addirittura mai titolari, hai fatto registrare una crescita finanziaria e di brand esponenziale e sei tra i club più importanti del mondo, accontentarsi soltanto di vincere il campionato italiano è un po’ poco. Per questo, dicevo, spesso lo juventino si accontenta di poco. E allora anche le plusvalenze generano entusiasmo e soddisfazione. La fretta di applaudire e di zittire ogni contestazione caratterizza lo juventino social dei nostri tempi, non tutti e non sempre ma molti e spesso. Bisogna dire “bravo” a Paratici e “grazie” alla società, perché se vinci in Italia da 9, 8, 7, 6,… anni mica ti puoi lamentare? Vacci tu a fare il direttore sportivo! Vacci tu a fare l’allenatore! Ma perché non invii il curriculum alla Continassa? Se loro sono lì a lavorare per la Juventus e tu sei a casa a scrivere sui social ci sarà un motivo… E giù così all’infinito, ciclicamente, ogni volta che un’operazione di mercato o una formazione iniziale fanno discutere. Ieri Moise Kean ha fatto gol al Camp Nou contro il Barcellona in un ottavo di finale di andata di Champions League terminato 1-4 per il Paris Saint Germain, ma ha anche offerto una prestazione notevole, sia in fase offensiva che in fase difensiva, fatta di smarcamenti, movimenti perfetti, rifinitura, costruzione, pressing e lucidità in zona gol. Lo stesso Moise Kean che è stato ceduto dalla Juventus all’Everton ad agosto 2019 per 27,5 milioni di euro oltre 2,5 bonus. Lo stesso Moise Kean che l’estate successiva è passato proprio al PSG dall’Everton in prestito secco, per andare a brillare in Ligue 1 e in Champions. Lo stesso Moise Kean che ora tanti tifosi della Juventus rimpiangono (dimenticando di poter ammirare in campo il grande giocatore chiamato Plusvalenza). Ma che cosa si leggeva su Twitter nei giorni della sua cessione un anno e mezzo fa? Ecco una carrellata (anonima) dei tweet meno condivisibili, a prescindere da com’è andata poi, perché quando ci si esprime con pregiudizio si ha torto anche quando si ha ragione.

Se davvero kean era a scadenza 2020 e quindi a gennaio poteva accasarsi dove voleva…paratici ha fatto un capolavoro! Non ti davano di più! Poi se volete criticare sempre la società fate pure…

Ovviamente anche la cessione di #Kean non va bene. È stato regalato, società di incompetenti, tutti impazziti bla bla bla. Vi ricordo che era a scadenza (a febbraio 2020 avrebbe potuto firmare con un altro club), era una riserva e fosse rimasto avrebbe giocato, si e no, 10 gare.

La Juve rischia di fare 120mln da 2 panchinari (Kean e Dybala), si, Dybala farebbe panca e pure fitta, e c’e’ gente che rompe il cazzo. Cambiate squadra

prendi 15 milioni dallo scambio di Dybala, 35 dallo scambio di Cancelo e 40 da Kean, sono 90 milioni di entrate con relativi sostituti già acquistati, se poi ti comprano Isco o Pogba o un grandissimo centrocampista mi raccomando continua a sfottere Paratici

Che Kean sia forte è tutto da dimostrare, l’atteggiamento promette male. Questi stop li fanno anche in terza categoria. Se escono pure Higuain e Mandzukic (ma dubito) vanno prese due punte. Dybala non ha mostrato di poter premiare le aspettative. Ad oggi un Giovinco alla seconda.

il Twitter Juve medio è impazzito con il panchinaro kean

One Reply to “Twitter ai tempi della cessione di Moise Kean”

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.