Il solito, fastidioso Dybala

Improvvisamente Dybala serve. Dopo mesi di giudizi negativi, pressanti e impietosi, ora che Paulo è finalmente vicino alla guarigione dal suo ultimo infortunio al collaterale mediale si fa il count down per il suo rientro in campo. “Servono i suoi gol” ha detto Pirlo. Non dello stesso avviso certi tifosi, che non vedevano l’ora che venisse ceduto o che finisse in panchina. Ma senza Dybala i problemi della Juventus sono rimasti gli stessi, anzi sono evidentemente peggiorati: con lui in campo, anche solo parzialmente, 11 vittorie 4 pareggi e 1 sconfitta; senza di lui 10 vittorie 3 pareggi e 4 sconfitte. Eppure oggi, a due giorni da Juventus-Crotone in cui Dybala dovrebbe tornare a vedere il campo (da subentrante, se tutto va bene), Tuttosport mette il 10 argentino in prima pagina con un bel po’ di pressione addosso: solo 3 gol negli ultimi 6 mesi. OK, quindi si può dire anche che io sia un pessimo pittore perché negli ultimi 10 anni ho realizzato zero dipinti, sebbene non mi sia mai cimentato nell’arte; oppure si può dire che chiunque di noi nell’ultimo anno ha percorso troppo pochi Km in auto rispetto ai precedenti 12 mesi, come se il lockdown non ci fosse stato. Per farla breve: come si fa a sostenere che lo score di Dybala sia stato deludente prendendo a modello un arco di tempo non contestualizzato? Perché guardare agli ultimi 6 mesi se in quel periodo Dybala è stato più assente che presente? Per la precisione, 16 partite saltate tra infortuni e scarsa condizione fisica e sole 9-10 settimane in cui è stato effettivamente a disposizione. E si prendono in considerazione anche quelle in cui non lo era? In che modo esattamente Dybala avrebbe potuto/dovuto fare gol da infortunato e non convocato? Già che ci siamo, potremmo attribuire a lui anche la responsabilità delle sconfitte subite in sua assenza, tanto vale tutto. Ma finché si tratta di discussioni tra tifosi, tanto per perder tempo, non è questo grande problema; se invece a metterla in questi termini è il giornale più vicino alla società Juventus, inizio ad essere un po’ più preoccupato. Perché ci leggo un messaggio indiretto: caro Paulo, ora che finalmente ti degni di tornare in campo, vedi di dare il massimo perché per te non c’è appello, non ci sono attenuanti ed anzi non vediamo l’ora di poter nuovamente scaricare tutte le colpe su di te. E il rinnovo te lo scordi, ma quello penso che ormai sia già un fatto acclarato. Al di là di cosa effettivamente fa Dybala in campo e di quanto lo si giudichi in buonafede.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.