I difetti incrostati nella Juve di Pirlo

Nonostante la netta vittoria 3-0 contro il Crotone, la Juve di Pirlo ha mostrato dei difetti già evidenziatisi in precedenza, soprattutto in partite non vinte: una manovra lenta, in cui i posizionamenti posturali in fase di ricezione sono sempre passivi, proprio a causa della lentezza con cui questo pallone esce dall’ultimo terzo difensivo in fase di prima costruzione. Se esce. Perchè l’alternativa a dei palloni che arrivano lenti e quando gli avversari hanno già potuto essere aggressivi, riposizionarsi per le preventive ed accorciare il campo, è un pallone lungo, difficilissimo da addomesticare. Quando poi si trova a giocare contro la difesa schierata, ecco che si rivede il solito difetto e cioè quello di portare 5/6 uomini sopra palla, statici ed immobili. Zero movimenti, zero idee, se non quella di provare ad isolare Chiesa nel duello contro il marcatore. Infine, la riconquista è molto pigra. La pressione sconnessa e sporadica. Riaggressione mai effettuata. Si fa fatica anche ad assorbire le giocate da un lato all’altro, ma questa non è una novità. In definitiva, problemi che ricorrono e che è bene rimarcare in serate come questa, come già facemmo dopo la vittoria con la Roma o il 2° tempo di Genova o il pareggio di Coppa Italia con l’Inter, proprio perchè non sarà facile affrontare avversari più agguerriti di questo Crotone, che purtroppo pare destinato ad una retrocessione sicura.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.