Il carro non esiste

Incredibile come non si possa criticare nemmeno quando la Juve è terza in classifica, probabilmente quarta, con un andazzo simile da mesi e l’ennesimo pareggio esterno contro una squadra di media o bassa classifica come quello di ieri contro il Verona. Eccoli i pretoriani del “va tutto bene”, i suscettibili a qualunque critica, i Savonarola del “vai a tifare un’altra squadra”. Verona-Juventus 1-1 con mille errori di Pirlo e una rosa inguardabile messa su da altri mille errori della dirigenza, e non si può criticare. WOW! Spalanco gli occhi al nulla che aleggia dentro le vostre scatole craniche! Davvero, sono stupefatto. Quindi, se esiste ancora una logica come strumento del ragionamento, a rigor di logica va bene così, va bene essere terzi o quarti, va bene perdere punti contro chiunque, va bene non avere un gioco dopo mesi, va bene aver praticamente perso lo scudetto a dicembre ed essere quasi fuori dalla Champions League. Va bene, va tutto bene. E sempre a rigor di logica, dunque, non va bene essere campioni d’Italia, non va bene aver vinto nove scudetti di fila, non vanno bene le Coppe Italia e non vanno bene le finali di Champions; non va bene Cristiano Ronaldo, non va bene de Ligt, non va bene chiunque altro riteniate forte con addosso la maglia della Juventus. E sì, perché se dopo Verona-Juventus va tutto bene e non si può criticare, a rigor di logica andava tutto male prima. C’è una contraddizione, però: com’è che proprio i vatuttobeners dicono che non ci si deve lamentare contro una dirigenza che ci ha portato nove scudetti consecutivi e Cristiano Ronaldo e de Ligt e le finali di Champions? Mi spiego meglio per chi non ha gli strumenti per capire un discorso basilare: se dite che questa dirigenza e questa società non vanno criticate perché sono state brave a darci gli scudetti e tutte le altre belle cose, allora in questo momento presente vanno invece criticate visto che stiamo assistendo al contrario di tutte quelle belle cose. Giusto? Ecco, allora siete fuori strada, non sapete di cosa state parlando e non capite nulla dei discorsi a cui vi ostinate a partecipare. Nessuno qui sa come possano migliorare le cose, altrimenti forse sarebbe facile risolvere i problemi della Juve, ma una cosa è oggettiva: abbiamo tutti il diritto di essere incazzati, delusi, indignati, schifati, arrabbiati, critici, persino aggressivi. E non si salva nessuno, Agnelli compreso. Anzi, soprattutto Agnelli! Quindi lasciate libere le persone di esprimere la propria opinione, meglio ancora se argomentata, e se proprio vi infastidisce che si possa criticare la Juventus chiudete i social e non guardate più le partite, perché né i social né il calcio fanno per voi. Sui social vige la regola del confronto e del dialogo, il calcio può essere commentato ed analizzato a ragion veduta solo da chi ne capisce qualcosa e non si limita a guardare i gol e il risultato. Nessuno vi obbliga ad esprimervi e dire la vostra, specie se scadete puntualmente nella classica banalità del “poi a fine stagione non salite sul carro”. Il carro non esiste e non è mai esistito, semplicemente perché il diritto di criticare è sempre stato salutare. Ma quest’anno non esisterà anche per un altro motivo: è difficile che si vincerà qualcos’altro.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.