Pirlo post Juventus-Lazio 3-1: “Abbiamo regalato i primi 20 minuti. Poi grande reazione”

L’intervista di Andrea Pirlo a DAZN post Juventus-Lazio 3-1, sabato 6 marzo 2021

Pirlo: “Siamo partiti male per un nostro errore in un retropassaggio, abbiamo spalancato il gol alla Lazio. Poi c’è stata una grande reazione di squadra, nonostante le tante assenze. Abbiamo disputato un’ottima gara, la cosa più importante è stata la reazione: non ci siamo abbattuti ma abbiamo iniziato ad alzare il ritmo. Questa è la cosa più importante della partita”.

“Non abbiamo pensato alla partita di martedì, avevamo i giocatori contati. Anche chi ha giocato come Cuadrado venivano solo da un allenamento, lo stesso Arthur aveva fatto una mezz’ora. Ieri c’eravamo preparati alla partita di stasera che per noi era una finale. Sono stati bravi, hanno stretto i denti, anche chi ha giocato in posizioni non loro ha dimostrato grande abnegazione e grande professionalità”.

“Per il Porto ci portiamo dietro un po’ tutto di stasera, ma la cosa più importante erano i tre punti. Ho avuto grande disponibilità dai giocatori, da Danilo a giocare in mezzo al campo, da Bernardeschi che ha fatto molto bene da terzino sinistro. Ma lo sa, è nelle sue corde, perché ha grande gamba, grande corsa, è sempre lucido quando ha la palla, si merita tutti i complimenti perché non era facile giocare una partita come questa, di questa importanza, da terzino sinistro. La cosa che mi è piaciuta di più è stata la reazione di squadra, non ci stavamo ad essere sotto in una partita così delicata e complicata. Quella è la cosa più importante che porto al di là dei tre punti”.

“Abbiamo iniziato la partita con 20 minuti di ritardo, abbiamo regalato i primi 20 minuti ma è normale perché tanti giocatori erano di rientro o in posizioni diverse. Un po’ di ambientamento era normale. Quando vai sotto è sempre difficile recuperare, soprattutto quando giochi contro una squadra come la Lazio che giocano insieme da tanti anni. Questa settimana non avevano giocato quindi avevano avuto tutto il tempo di giocare. Abbiamo fatto la nostra partita, una partita importante perché era uno scontro importante per la classifica. Siamo contenti di quello che abbiamo fatto”.

“Purtroppo non abbiamo avuto molto Morata in campo per colpa di alcuni problemi, prima fisici e poi anche di altro tipo. Adesso sta cercando di trovare la forma migliore. Per noi è un giocatore fondamentale, l’abbiamo acquistato quest’estate per le sue caratteristiche che sono diverse da quelle di tutti gli altri attaccanti. Speriamo di averlo al 100% perché può dare ancora molto di più”.

“Kulusevski sta reagendo da campione. È normale quando arrivi a giocare nella Juventus a 20 anni, hai tante pressioni, non è la stessa cosa giocare nella Juventus o nel Parma. Qui ci sono diverse pressioni in più, ogni partita è diversa, ogni passaggio è importante. Lui sta dimostrando di essere un grande campione ma lo sa perché sta diventando un campione nella testa ancor prima che nelle prestazioni, questo è solo a favore suo”.

“Ho ancora due giorni per preparare la partita con il Porto. Adesso devo riposarmi anche io che sono più stanco di loro. Troveremo la forma per dare la giusta importanza a questa gara, per noi è fondamentale per il proseguo della Champions e della nostra stagione, è un obiettivo talmente importante che non possiamo sbagliare la gara di martedì”.

“Arthur è l’unico che abbiamo con queste caratteristiche, è l’unico che ci fa uscire bene con il gioco, anche sotto pressione è sempre lucido. La squadra trova sempre qualche aspetto positivo quando lui è in possesso, ti dà grande ritmo, riesce a far giocare bene gli altri giocatori, si trova sempre nella posizione giusta. Speriamo che possa trovare un po’ di condizione. Oggi ha giocato 20 minuti, speriamo di poterlo avere al massimo martedì”.

L’intervista di Andrea Pirlo a JTV post Juventus-Lazio 3-1, sabato 6 marzo 2021

Pirlo: “È stata una grande vittoria, c’è stata una grande reazione dopo il loro gol. Questa è la nota più importante della serata. Non era facile recuperare lo svantaggio contro una squadra forte come la Lazio che ha avuto una settimana per preparare questa gara. C’è stato un grandissimo spirito di squadra per portare a casa i tre punti che erano fondamentali per il prosieguo del campionato”.

“L’intuizione di Danilo davanti alla difesa è nata ieri pensandoci nella notte su quale giocatore poteva rendere meglio in quella posizione per avere equilibrio. Lui è un giocatore intelligente che può fare tutto, sa giocare a due tocchi, è sempre messo bene con il corpo. Non ho avuto dubbi nello schierarlo da centrocampista”.

“Nell’intervallo ho dato delle nozioni tattiche perché avevamo già chiuso il primo tempo con un atteggiamento positivo, avevamo ripreso in mano la partita. Dovevamo migliorare solo alcuni aspetti, siamo entrati in campo con un altro spirito perché volevamo vincere a tutti i costi. L’abbiamo fatto interpretando la partita al meglio, con l’atteggiamento di una squadra che non vuole mollare, che vuole essere sempre lì, pronta ad aspettare i passi falsi di quelli che ci stanno davanti”.

“Morata è il giocatore che abbiamo preso in attacco. Purtroppo c’è mancato in questo periodo per infortunio e poi per il virus che l’ha colpito e debilitato. L’abbiamo sempre avuto a mezzo servizio. È un giocatore con caratteristiche particolari che non abbiamo in squadra, quando c’è si fa sentire”.

“L’atteggiamento è stato la cosa più importante, non era facile recuperare un 1 a 0 contro una squadra come la Lazio. I primi 20 minuti siamo partiti un po’ in ritardo, abbiamo regalato il gol a loro con un errato retropassaggio ma quello ci può stare, tanti giocatori erano in posizione non naturale, hanno avuto bisogno di un ambientamento. Una volta andati sotto c’è stata una grande reazione, abbiamo coperto molto meglio il campo, abbiamo avuto un’aggressività feroce che è quella che ci può portare a vincere questi tipi di partite”.

“Se martedì il Porto verrà qui a mettere il pullman davanti alla difesa dovremo spostarglielo. Bisogna vincere la partita. Che lo mettano o no, noi dovremo spostarglielo”.

La conferenza stampa di Andrea Pirlo post Juventus-Lazio 3-1, sabato 6 marzo 2021

Pirlo: “La decisione di Danilo davanti alla difesa fortunatamente mi è venuta come intuizione l’altra sera pensando a chi avrebbe potuto ricoprire quel tipo di ruolo in assenza anche di Bentancur e Arthur. Ho pensato a Danilo perché è un giocatore è intelligente che sa giocare a due tocchi, è sempre posizionato bene con il corpo, conosce il calcio. Quella è stata un’intuizione che mi è venuta l’altra sera”.

“Ronaldo sta bene, era già stato concordato con lui in settimana che avrebbe riposato questa sera perché veniva da 8-9 partite consecutive. Era normale che avesse bisogno di un po’ di riposo”.

“È stata una scelta quasi obbligata questa del cambio di modulo, mettendo Bernardeschi terzino con Danilo a metà campo, avendo Ramsey un po’ più libero di giocare dietro a Morata. Sono cose che capitano durante la stagione, devi essere pronto a scegliere la soluzione migliore”.

“Ai ragazzi ho detto cose tattiche nell’intervallo, perché avevamo regalato i primi 20 minuti alla Lazio, avevamo concesso il primo gol su un nostro errore di disimpegno. Quello ci può stare però era da mettere un po’ in preventivo, perché Cuadrado veniva da 20 giorni che non giocava, si è allenato solo l’altro giorno, Danilo era in una posizione non sua, Bernardeschi anche da terzino. 20 minuti di ambientamento ci potevano stare, non prendendo gol sarebbe stato meglio. Nel secondo tempo ma già nel finale di primo tempo ci eravamo ripresi, avevamo iniziato una pressione diversa, una cattiveria diversa, avevamo iniziato a farli girare da una parte all’altra con una maggiore velocità della palla. Ho detto solo due cose tattiche per migliorare quello che avremmo potuto fare nel secondo tempo”.

“Arthur e Bonucci hanno fatto un buon allenamento. Arthur ha giocato una ventina di minuti, Leo 10. Gli sono serviti per recuperare un po’ di condizione e tornare in campo. Si sono allenati solo ieri con la squadra quindi avevano bisogno di un po’ di minutaggio. Rabiot e Kulusevski hanno fatto una grande partita ma non mi sorprendo perché stanno giocando tanto ultimamente e lo stanno facendo ad altissimi livelli. Sono due giovani che hanno grandi potenzialità ma possono migliorare ancora tantissimo”.

“La nostra intenzione è sempre quella di comandare la partita cercando di attaccare il più possibile. In certe partite capita che hai meno energie e quindi riesci a farlo un po’ meno perché stiamo giocando tanto e non ho avuto neanche la possibilità di far giocare tanti giocatori. Capita che in certi tipi di partite puoi avere meno possesso e meno conduzione della partita”.

“Faccio un bilancio positivo su come recuperiamo le partite ma un bilancio negativo sull’approccio alla gara. Oggi siamo partiti sotto per un nostro errore, per un errore di disimpegno che ci è costato il gol iniziale e ci ha fatto perdere un po’ di fiducia. Poi i ragazzi sono stati bravi a reagire e a ricompattarsi, perché non era facile contro una squadra forte come la Lazio che aveva avuto una settimana per preparare questa gara”.

“Tante volte abbiamo giocato con l’assetto di stasera, cioè due esterni come Chiesa e Kulusevski e una seconda punta che a volte poteva essere Morata a volte poteva essere Kulusevski. Per il resto non è mai variato il nostro sistema di gioco, abbiamo quasi sempre giocato, a parte a Verona, con 4 difensori con un’impostazione che poteva variare tra i 2 e i 3 centrali. Può essere una soluzione ma era già stata provata all’inizio di stagione”.

“Non avevo rivisto il fallo di mano del primo tempo, sentivo solo dai ragazzi che erano in panchina e da quelli che erano in tribuna che poteva starci il calcio di rigore, però non ho avuto modo di rivederlo”.

“de Ligt ha preso questa botta sabato scorso a Verona e non si è ancora assorbita. Stamattina ha cercato di recuperare ma non era ancora al 100% per poter scendere in campo. Speriamo che nei prossimi giorni possa tornare a disposizione”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.