Pirlo post Cagliari-Juventus 1-3: “Abbiamo approcciato bene. Ronaldo ha fatto parlare il campo”

L’intervista di Andrea Pirlo a Sky Sport post Cagliari-Juventus 1-3, domenica 14 marzo 2021

Pirlo: “Abbiamo fatto un ottimo approccio, era importante perché dopo la mancata qualificazione l’altra sera dovevamo partire col piede giusto e dare subito un’impronta decisa alla partita. L’abbiamo fatto nel migliore dei modi”.

“Danilo è un giocatore intelligente che sa fare molte cose, in ogni parte del campo riesce sempre a fare la sua partita. Adesso l’abbiamo provato in questa posizione ma eravamo sicuri perché ha le qualità anche per giocare in mezzo al campo”.

“L’ntervento di Ronaldo è il classico intervento di gioco, ha guardato la palla quindi poi non si è accorto di essere andato contro il portiere. Però c’è una VAR che decide e avrà guardato il da farsi. Sul 3-0 è normale che ti abbassi un po’, sono mancate un po’ di forze sia fisiche che mentali però la partita era sotto controllo”.

“Ronaldo era arrabbiato come era arrabbiata tutta la squadra questa settimana, perché non riuscire a qualificarsi ha portato tristezza all’interno di tutto il gruppo. Non ha parlato perché aveva già parlato sul campo facendo tre gol, facendo una grande prestazione. Non è importante che parli dopo, è importante quello che fa sul campo”.

“Non era un 441 oggi: in fase di possesso eravamo in 3 perché Cuadrado si alzava e Kulusevski veniva dentro il campo, in più abbiamo ritrovato Morata fin dall’inizio perché è rientrato da un momento di infortunio poi ho avuto un virus quindi non abbiamo avuto la possibilità di metterlo in campo. Adesso che sta bene possiamo farlo giocare quando giochiamo con due punte effettive e poi il gioco diventa molto meglio”.

“Difendiamo a 4 e poi impostiamo in modo diverso in base anche a come stanno gli avversari. Oggi loro avevano 2 attaccanti quindi per avere la superiorità abbiamo abbassato di più Alex un po’ bloccato, lo facevamo venire un po’ più dentro il campo lasciando la libertà a Cuadrado di spingere con Kulusevski che si accentrava”.

“Credo che mezzala potrebbe essere il ruolo futuro di Kulusevski perché ha tanti chilometri nelle gambe, è un giocatore che corre tanto, ha tanta qualità anche per farsi trovare a disposizione nella costruzione, quindi ci lavoriamo. In tante occasioni non abbiamo potuto farlo perché avevamo assenza davanti e quindi l’abbiamo dovuto adattare a fare anche il secondo attaccante”.

“Siamo qua per la rimonta, siamo qua per lavorare, per cercare di fare un’impresa. Noi pensiamo solo a noi stessi, noi dobbiamo solo vincere le partite e sperare che l’Inter possa perdere i punti. Però il nostro obiettivo è quello di cercare di fare più punti possibili e fare più punti possibili vuol dire vincere tutte le partite”.

L’intervista di Andrea Pirlo a JTV post Cagliari-Juventus 1-3, domenica 14 marzo 2021

Pirlo: “Era importante trasformare la rabbia che si era accumulata in settimana e tramutarla in quello che abbiamo espresso in campo, con una partenza forte, importante, dare subito l’impronta decisa alla partita e l’abbiamo fatto molto bene”.

“Oggi abbiamo giocato da grande squadra, si sono visti anche i singoli perché quando giochi da squadra poi anche il singolo risalta. Lo si è dimostrato anche stasera, abbiamo lavorato tutti insieme sia in fase difensiva che offensiva e poi quando giochi così i risultati arrivano”.

“Non era la prima volta di Ronaldo, Morata, Chiesa e Kulusevski insieme, c’erano tante altre occasioni però finalmente ho avuto i giocatori a disposizione. Quando ce l’hai, hai anche più scelta per poterli mettere in campo. Sono quattro giocatori che possono giocare insieme perché tutti e quattro si sacrificano, sono pronti a fare le due fasi, poi quando lo fanno bene i risultati ti portano dalla tua parte”.

“Ronaldo aveva tanta voglia di rivalsa dopo l’eliminazione della squadra dalla Champions, l’ha dimostrato sul campo come al solito”.

“Abbiamo controllato bene, era normale un po’ di calo fisico e mentale sul 3-0 e accettare di fare una partita di rimessa. Loro hanno portato tanti giocatori davanti lasciando spazi per i contropiede, abbiamo avuto occasioni anche per andare sul 4-0 e le abbiamo buttate. Però tutto sommato l’abbiamo gestita bene”.

“Purtroppo non avremo più impegni infrasettimanali perché siamo usciti dalla Champions, però ci prepareremo al meglio, avremo tempo per preparare le partite, per affrontarle nel migliore dei modi e questo ci dovrà portare a cercare di vincerle tutte”.

La conferenza stampa di Andrea Pirlo post Cagliari-Juventus 1-3, domenica 14 marzo 2021.

Pirlo: “Era quello che mi aspettavo, era quello che voleva la squadra. È stata una settimana piena di tristezza perché non è facile subire un’eliminazione come quella dell’altro giorno, però dovevamo trasformare la rabbia che hanno accumulato in una grande forza. L’abbiamo fatto con un grande approccio e facendo subito 3 gol nel primo tempo, quindi abbiamo sistemato la partita”.

“Ronaldo aveva accumulato tanta rabbia, tanta tristezza. Ma non solo personale, anche per tutta la squadra, perché lui fa parte della Juventus e quindi l’eliminazione bruciava a tutti. Ha fatto una grande partita, dimostrando di essere un grandissimo campione parlando solamente sul campo, facendo i fatti”.

“Ronaldo su Cragno credo che sia intervento normale di gioco e poi c’è una VAR che decide, se ha deciso in questa maniera vuol dire che ha fatto il suo dovere”.

“Su Kulusevski stiamo lavorando per cercare di farlo entrare più dentro il campo, di farlo diventare un centrocampista totale. Oggi ha fatto molto bene sia nella fase offensiva che in quella difensiva. È un giocatore di vent’anni che ha ampi margini di miglioramento, ha voglia di migliorarsi quindi su questo possiamo stare tranquilli”.

“Juventus-Napoli noi eravamo pronti già a ottobre per giocare, poi è stata spostata a marzo, adesso ad aprile. Le due società hanno trovato un accordo insieme alla Lega quindi non penso ci siano grossi problemi. Eravamo comunque pronti per giocare”.

“Capisco le esigenze della Roma perché magari potevano essere un po’ più stanchi i giocatori del Napoli, però quando c’è due società che si mettono d’accordo insieme alla Lega non penso ci siano poi grossi problemi. L’importante è trovare un accordo, c’è stato quindi adesso andiamo avanti con questo”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.