Pirlo post Juventus-Benevento 0-1: “Se i giocatori non ci mettono il cuore, capita di perdere”

L’intervista di Andrea Pirlo a Sky Sport post Juventus-Benevento 0-1, domenica 21 marzo 2021

Pirlo: “Non c’era troppa pressione oggi, c’era il dovere di fare una partita migliore di questa. Purtroppo non l’abbiamo fatto, abbiamo fatto una brutta partita in tutti gli aspetti. Il nostro obiettivo era quello di cercare di vincere questa partita giocandola molto meglio, invece siamo incappati in una giornata storta, nell’atteggiamento, nelle situazioni tecniche. Quando purtroppo fai questo tipo di partite non riesci a portare avanti il tuo lavoro”.

“C’era voglia di vincere la gara, però sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. Il Benevento è una squadra organizzata che si difende molto bene con due linee molto compatte. Bisogna avere anche la calma di sfruttare meglio tutta l’ampiezza del gioco, invece siamo stati frenetici e abbiamo sbagliato tanto nelle scelte anche in superiorità numerica e purtroppo non siamo riusciti a portare a casa il risultato”.

“Dobbiamo continuare a credere nello scudetto. Dobbiamo continuare a fare il nostro percorso, il nostro lavoro per cercare di essere sempre lì. Il nostro obiettivo non cambia, bisogna solamente cambiare la testa perché per giocare queste partite ci vuole tutto un altro atteggiamento, perché indossiamo una maglia importante e quindi va sempre onorata”.

“Sapevamo di affrontare una squadra che ti costringe a non giocare bene perché sono le classiche partite dove riesci a sbloccare il risultato e poi diventa tutto più facile. Invece quando rimane in bilico e ti viene un po’ di frenesia di voler fare gol allora diventa una partita un po’ più brutta e anche più difficile da giocare. Non era questo il tipo di partita che dovevamo fare, dovevamo avere un atteggiamento completamente diverso, cercare anche un po’ di più la voglia di poter raggiungere il risultato. Avevamo un’occasione concreta di poter accorciare classifica, non è stato. Adesso dovremo pensarci bene sulla partita che abbiamo fatto. Avremo due settimane di tempo, tanta gente andrà in nazionale quindi poi ci ritroveremo anche per discutere di questa gara”.

“Arthur ha commesso un errore non da lui, strano perché secondo me non ha visto l’avversario in quella zona perché era un po’ coperto da Bonucci. Però in quel caso era più facile forse lo scarico sul portiere per andare dall’altra parte, il passaggio orizzontale è sempre molto pericoloso soprattutto quando lo fai davanti alla tua area. È stato un errore di leggerezza come ne abbiamo fatti tanti, vuol dire che non eravamo concentrati, non volevamo raggiungere tutti questi questa vittoria”.

“Non bisogna prendere uno schiaffo sempre per dover reagire. Adesso mi sembra un po’ prematuro per pensare al derby, ci sono due settimane davanti, tanti giocatori andranno in nazionale quindi avremo tempo e modo per analizzare soprattutto la gara che c’è stata oggi, per poter preparare poi le gare al meglio”.

“Io non non mi giudico. Siete già in tanti voi che lo fate quotidianamente, quindi spetta a voi giudicare come sempre”.

L’intervista di Andrea Pirlo a JTV post Juventus-Benevento 0-1, domenica 21 marzo 2021

Pirlo: “Una brutta gara, una brutta partita, giocata male, non con lo spirito giusto perché avevamo la possibilità di fare meglio, di tentare di accorciare anche la classifica però quando non metti in campo il cuore e la voglia di cercare di raggiungere il risultato in tutti i modi poi incappi anche in queste giornate storte”.

“Quando giochi una partita così brutta e crei poco perché alla fine abbiamo creato qualche occasione ma non quelle che potevamo fare, abbiamo sfruttato male certe situazioni però purtroppo quando non entri in campo con la giusta voglia, con la giusta mentalità, capendo il momento del campionato, diventa tutto più difficile”.

“L’importante adesso è pensare a noi, a migliorare la nostra squadra. Con tanti giocatori in nazionale avremo tempo poi per parlarne quando ritornano dai loro impegni”.

La conferenza stampa di Andrea Pirlo post Juventus-Benevento 0-1, domenica 21 marzo 2021

Pirlo: “Lascia l’amaro perché abbiamo giocato una brutta partita dall’inizio alla fine. Dobbiamo fare meglio, avevamo preparato la partita per poterla giocare in modo diverso. Invece non siamo riusciti a mettere in campo quella voglia che ci vuole quando devi fare risultato a tutti i costi. Purtroppo quando non hai l’atteggiamento giusto e non vuoi con il cuore raggiungere questi tipi risultati vai incontro anche a questa gara”.

“Noi dobbiamo continuare a lavorare, cercare di vincere le partite perché abbiamo la possibilità di farlo. Dopo la gara di oggi diventa ancora più difficile però il nostro lavoro va avanti. I nostri obiettivi rimangono gli stessi e cercheremo di farlo al meglio”.

“Ho parlato con Arthur, purtroppo era deluso per il passaggio fatto. Un calo di concentrazione perché non ha visto l’avversario dietro a Bonucci e quindi aveva preferito giocare direttamente su invece che passare dal portiere. Sono cose che purtroppo non devono capitare perché un passaggio orizzontale davanti all’area è sempre pericoloso e poi ti portano anche a fare errori. Però se non sei concentrato e non hai la fame, la voglia di vincere queste partite poi c’è il rischio di andare incontro a queste brutte sconfitte”.

“Le parole non bastano, poi bisogna fare i fatti in campo. È quello che ho detto ragazzi: è inutile parlare, raccontarci storie se poi in campo non abbiamo quella voglia di raggiungere risultati. Oggi è mancato questo, avevamo la possibilità di far meglio, di accorciare la classifica, però quando hai questo tipo di blackout poi diventa veramente difficile”.

“Inutile commentare un episodio della partita. La partita è stata fatta male, quindi non ci attacchiamo a questi episodi. Dovevamo riuscire a vincere la partita anche senza questi tipi di episodi. Noi continueremo ad alimentare la nostra voglia di arrivare fino in fondo. Sarà molto difficile però noi dobbiamo continuare a lavorare a cercare di migliorare, soprattutto dopo gli errori fatti e commessi oggi pomeriggio”.

“Sono preoccupato per la sconfitta di oggi perché non era la partita che avevamo in programma né quello che avevamo nella testa di voler fare. Quindi se vado ad analizzare la gara non basta, bisogna guardare a tutto quello che è successo oggi. Purtroppo non devi star lì a guardare cose tecniche e tattiche ma l’atteggiamento sbagliato che abbiamo avuto: non mi è piaciuta la parte iniziale, soprattutto quando abbiamo commesso tanti errori dove loro arrivavano sempre prima sulle seconde palle, perdiamo tutti i contrasti. Quando non hai questa fame, questa aggressività, poi si rischia anche di perdere le gare contro il Benevento, che ha fatto una buona partita”.

“Sono tanti errori individuali che messi insieme poi ti portano a perdere punti. Purtroppo è capitato tante volte quest’anno e abbiamo lasciato tanti punti in giro. Sono cose che bisogna migliorare perché bisogna essere concentrati, affamati fin dal primo minuto per voler centrare gli obiettivi. Se non ce l’hai poi dopo rischi anche di fare queste brutte figure”.

“Non è un atteggiamento, questi sono errori tecnici individuali quindi sono difficili da cambiare per un allenatore, perché non è nella testa del giocatore, può arrivarci fino a un certo punto ma poi sono i giocatori che vanno in campo e magari hanno questi attimi dove non hanno la concentrazione al 100%. Possono capitare ma non devono capitare perché bisogna essere sul pezzo, sapere nella squadra dove si gioca, cercare di farlo al meglio perché anche in questo periodo dove avevamo la possibilità di continuare il nostro cammino dovevamo avere un atteggiamento molto più aggressivo, molto più vogliosi. Invece non lo siamo stati. Questa è la cosa che più non mi è piaciuta oggi pomeriggio”.

“Ho sempre un confronto con i miei dirigenti, col presidente. Ci siamo parlati anche dopo la partita. Adesso analizzeremo bene quello che è successo oggi, abbiamo due settimane di tempo, tanti giocatori andranno in nazionale quindi ci sarà il tempo per analizzare quello che è successo oggi. Però bisogna abbassare la testa, lavorare e cercare di evitare che si possano ripetere”.

“Sul mio futuro l’ho già detto mille volte: io continuo a lavorare e poi ci sarà una società che che deciderà. Quindi io lavoro giorno per giorno, partita dopo partita per cercare di fare il meglio per questa squadra, poi alla fine dell’anno ognuno tirerà le somme e deciderà il futuro di ognuno”.

“Ronaldo ha fatto la sua partita. Sono due attaccanti, lui e Morata, che si dividono tutta la fase offensiva, la fase centrale, quindi a volte poteva partired a destra volte da sinistra. Si potevano scambiare come volevano le posizioni in campo, l’importante è che fossero sempre in due là davanti”.

One Reply to “Pirlo post Juventus-Benevento 0-1: “Se i giocatori non ci mettono il cuore, capita di perdere””

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.