Pirlo non è umile

Puoi perdere col Benevento, in casa. Puoi giocare male. Puoi non fare gol. Ronaldo può prendere la barriera (ormai…). Puoi sbagliare o tardare i cambi. Puoi preparare male la partita. Arthur può sbagliare un passaggio e provocare gol. Possono negarti un rigore (chissenefrega). Quello che non è ammissibile è presentarsi davanti ai microfoni non assumendosi alcuna responsabilità, scaricando tutte le colpe sui giocatori e ponendosi anche in maniera arrogante, con sdegno, verso le critiche in arrivo per quella che è senza alcun dubbio una delle sconfitte peggiori degli ultimi decenni di storia della Juventus. Quello che ha fatto Pirlo davanti ai microfoni subito dopo Juventus-Benevento 0-1 non è ammissibile. A parte le continue e incredibili contraddizioni, che ormai erano già diventate tipiche e proverbiali, non accettare mai di aver commesso errori, di poter essere anche solo in parte responsabile della disfatta, è roba da presuntuosi. Se c’è uno che in questa Juventus dovrebbe essere umile, quello è Pirlo. Allenatore solo di nome da nemmeno un anno, artefice della prima stagione senza scudetto in un decennio, in panchina ad osservare (spesso senza muovere un dito) una squadra che è stata capace di perdere punti contro le ultime della classe. Non può essere sempre colpa di chi sbaglia un gol o di chi commette un errore in difesa, non può essere sempre colpa del calendario o degli infortuni (ma non era Sarri quello che accampava scuse?), non può essere sempre una questione di atteggiamento: ad un certo punto, mettendo tutto insieme, unendo i punti, il disegno mostra le colpe dell’allenatore. Quel certo punto è arrivato.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.