Pirlo post Atalanta-Juventus 1-2 Coppa Italia: “I ragazzi hanno fatto una grandissima partita”

L’intervista di Andrea Pirlo a JTV post Atalanta-Juventus 1-2 Coppa Italia, mercoledì 19 maggio 2021

Pirlo: “Abbiamo fatto una grandissima partita. Mi hanno fatto un bellissimo regalo di compleanno. Li devo ringraziare e li ho già ringraziati. Abbiamo cambiato qualcosa a fine primo tempo perché li volevo più aggressivi, l’abbiamo fatto molto bene, abbiamo preso in mano la partita, abbiamo concesso pochissimo all’Atalanta. Credo che alla fine sia una vittoria strameritata”.

“Siamo stati molto ordinati, avevamo preparato bene la partita ma soprattutto nel secondo tempo, quando abbiamo chiesto a Cuadrado di essere un po’ più alto nell’aggressione, con McKennie che andava sul terzo centrale. Abbiamo chiuso un po’ le giocate perché loro portano tanti giocatori sugli esterni e cercano di portare superiorità, li abbiamo chiusi bene e quando avevamo palla eravamo sempre pronti a ripartire. Quando giochi contro l’Atalanta è sempre difficile, perché ti porta a giocare una gara intensa, ma noi abbiamo ribattuto colpo su colpo facendo una grande partita”.

“Kulusevski vicino a Ronaldo è un’idea nata in questi giorni perché avevamo preparato la partita in un certo modo, difendendoci con un 4-1-4-1. Lui doveva stare nella linea dei centrocampisti con Bentancur più a protezione, seguendo anche gli inserimenti di Pessina. L’ha fatto molto bene. Lui è un ragazzo che si sacrifica molto, di gamba. Quando va in progressione diventa micidiale”.

“Ormai su Buffon c’è poco da dire: è un monumento del calcio, non solo italiano ma mondiale. L’ha dimostrato anche stasera e sono contento che abbia portato a casa l’ennesimo trofeo”.

“Bonucci ha stretto i denti, si è fatto un’infiltrazione perché voleva essere a tutti i costi della partita. L’abbiamo ringraziato perché non è da tutti entrare in una partita così difficile avendo un europeo davanti. C’è da fargli i complimenti perché si è sacrificato anche stasera”.

“È un’emozione incredibile. Non era facile vincere questi due trofei, soprattutto questa Coppa Italia. Ricordiamoci che abbiamo battuto l’Inter in semifinale, che è campione d’Italia, abbiamo battuto l’Atalanta in finale che è una signora squadra ormai da parecchi anni, sta dimostrando il suo valore sia in campo italiano che in campo europeo. C’è da fare i complimenti ai ragazzi perché hanno fatto veramente un grande lavoro”.

“Questa vittoria è più emozionante di quella della Supercoppa. È più difficile, venivamo da un periodo un po’ particolare, affrontando una squadra che stava benissimo. È stata veramente una grande gioia”.

“Chiesa è un giocatore che può crescere ancora tanto, è un ragazzo molto intelligente che ha voglia di migliorare, di mangiare l’erba. Nel calcio ce ne sono sempre di meno. C’è da fare grande affidamento su di lui, un giocatore italiano che sta dimostrando di partita in partita di crescere in autostima ma anche per le qualità che ha. Siamo contenti di averlo portato alla Juventus”.

“Adesso dobbiamo recuperare e mettere testa già da domani al Bologna, che farà la partita della vita. L’abbiamo visto in questi giorni, Lazio, Crotone, che stanno onorando il campionato come è giusto che sia. Dovremo andare con il massimo della concentrazione, il massimo delle forze, cercando di fare il nostro e vincere la partita, sperando che possa succedere qualcosa di positivo”.

La conferenza stampa di Andrea Pirlo post Atalanta-Juventus 1-2 Coppa Italia, mercoledì 19 maggio 2021

Pirlo: “La Juventus l’avevo già ritrovata da diverse settimane, lo spirito era giusto. Anche prima della sconfitta con il Milan avevo visto una squadra consapevole del momento che stava vivendo, consapevoli di quello che dovevamo fare. Da quel punto di vista non ero assolutamente preoccupato. Quando fai questo tipo di partite diventa tutto più facile, quando trovi questo sacrificio da parte di tutti, la voglia di aiutarsi, di raggiungere l’obiettivo collettivo, diventa difficile per tutti”.

“L’ho ripetuto mille volte: io penso fare bene il mio lavoro giorno per giorno, cercando poi di vincere le finali come è successo quest’anno. Ho ancora una partita davanti prima di parlare di futuro, che è una partita fondamentale quella di domenica dove affronteremo una squadra che cercherà di impedirci la vittoria come è giusto che sia, come l’hanno dimostrato in questi giorni Lazio e Crotone. Ma questo è il bello del calcio, dovremo recuperare le energie perché domenica sarà una battaglia”.

“Ho avuto un bellissimo rapporto fin dall’inizio con lo spogliatoio, lo hanno dimostrato negli abbracci a fine partita ma me l’hanno sempre dimostrato tutti i giorni nelle sedute di allenamento, nelle partite, nei momenti positivi e negativi. Ci sono stati gossip extracalcistici da mettere in giro, dicendo che lo spogliatoio era contro, ma io ero sereno su questo perché i giocatori mi hanno sempre dato grande fiducia, hanno sempre messo il 100% di quello che avevano in campo. Quando raggiungi i risultati è normale che ci sia soddisfazione per tutti”.

“La percezione esterna del mio lavoro ne parlate voi, io penso a lavorare, a fare del mio meglio per il bene della squadra. Cerco di lavorare e di dare il massimo come ho sempre fatto. A fine campionato si tireranno le somme. C’è una società che decide e io aspetterò la decisione. Sono contento di quello che faccio. Sono un amante del calcio e continuerò a farlo”.

“È importante aver puntato sui giovani Chiesa e Kulusevski. Sono due giocatori giovani, fortissimi, che possono migliorare tantissimo. Devono essere il presente e il futuro di questa squadra perché sono due ragazzi intelligenti che hanno voglia di migliorare, ambiziosi. Questo deve essere solo il punto di partenza. Gli ho dato tanta fiducia anche in partite importanti come quella di stasera e mi hanno ripagato con questa prestazione”.

“Ci terrei tantissimo a sedere sulla panchina della Juventus anche per la Supercoppa italiana contro l’Inter. Lavoro tantissimo per questa società, amo questa società che mi ha dato grande soddisfazione da giocatore e mi ha dato la possibilità di allenarla. Non vedo l’ora di riniziare”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.